Non solo auto blu ma anche siti web blu

mittica.gif

Sono 616 i siti web della Pubblica amministrazione centrale. “Sono troppi, dobbiamo sfoltirli”, dice Beatrice Magnolfi, sottosegretario per le Riforme e Innovazioni nella Pubblica amministrazione, in un’intervista al Corriere delle Comunicazioni.

Ma non sono solo troppi, sono quasi sempre inutili, semplici vetrine per pubblicizzare qualcuno (con gli effetti di tali pubblicità tutti da verificare). Aggiunge Magnolfi “Sul web la Pa deve fornire servizi, non mettersi in mostra. Oggi i siti interattivi sono appena una ventina”.

Sarebbe interessante conoscere il parere di Magnolfi su italia.it.

D’altronde, i siti web nella Pa si realizzano quasi sempre senza porsi tre domandine preliminari facili facili: chi sono i destinatari ? che cosa potranno fare su questo sito ? ai potenziali destinatari servono le cose che potranno fare sul sito e l’investimento (diretto e indiretto) vale la spesa ? Molto meglio non farsi domande e affidarsi a maneggioni informatici o a zelanti venditori di fumo comunicativo.

Vale la stessa domanda fatta per le auto blu: questi sono i numeri della Pa centrale. Quanti sono i siti web delle Pa periferiche ? quanto costano ? che risultati raggiungono ?

Nel Regno Unito hanno recentemente deciso di chiudere 515 siti web pubblici…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: